Benvenuto

I QUADRI ASTRATTI

Approfondimenti d’arte: i quadri astratti

Quadri astratti e quadri moderni sono due termini che vengono spesso utilizzati come sinonimi.

Benché strettamente correlati, l’astrattismo è però un’esperienza artistica da inquadrare nella più ampia definizione di arte moderna.

L’astrattismo è una corrente che nasce agli inizi del ventesimo secolo in diverse parti d’Europa, in contemporanea con l’affermarsi dell’irrazionalismo di Sigmund Freud e Nietzsche, e come opposizione alla riproduzione oggettiva del reale, dovuta in parte al diffondersi della fotografia.

L’arte astratta, infatti, è quella che non rappresenta la realtà, ma cerca di esprimere i propri contenuti dei quadri astratti nella libera composizione di linee, forme e colori, senza riferimento al mondo esterno.

L'affermazione dell'arte astratta è una logica tappa del processo evolutivo della filosofia pittorica moderna. Dopo la ottocentesca ribellione nei confronti dell'arte accademica, dopo le sperimentazioni geometriche e prospettiche del Cubismo e l’affermarsi del predominio dell’emozione sull’estetica, i quadri astratti eliminano il soggetto e la sua rappresentazione figurativa riconoscibile, creando un linguaggio artistico rivoluzionario.

Punto di riferimento è il testo di Wilhelm Worringer “Astrazione ed empatia” (1908), dove l'arte viene interpretata in base all'intenzionalità dell'artista.

La forma è il risultato dell'incontro tra uomo e mondo, in un alternarsi di empatia ed astrazione. Il termine “astrattismo” racchiude diverse esperienze non figurative, come lo Spazialismo e l’Informale, ma le due correnti principali sono l’Astrattismo Lirico e quello Geometrico.

Nel primo prevale la funzione espressiva e simbolica del colore e suo massimo esponente è il pittore russo Vassily Kandinsky.

La liricità delle opere di Kandinsky nasce dall’uso poetico del colore che come la musica, arte molto amata dall'artista, produce emozioni e stati d'animo.

Kandinksy Giallo Rosso Blu

Foto 1 Kandinsky - Giallo rosso blu

Contrariamente a quanto afferma Kandinsky, nell’Astrattismo Geometrico la pittura non deve esprimere sentimenti, ma domina l'aspetto geometrico delle forme e l’uso dei colori primari.

Piet Mondrian è il pittore più rappresentativo dell'Astrattismo Geometrico e nel suo lavoro porta alle estreme conseguenze il processo di decomposizione dell'immagine cubista, realizzando quadri astratti in cui gli elementi strutturali si limitano a linee verticali e orizzontali, ai colori primari giallo, rosso e blu, al bianco della tela e al nero della delle linee.

Piet Mondrian

Foto 2 - Piet Mondrian 

Nel sito de I Colori del Caribe potete trovare oltre 1000 modelli di quadri astratti, realizzati rigorosamente a mano da abili pittori selezionati.

 Quadri astratti I Colori del CAribe

Foto 3 - Quadro astratto Bianco e rosso mod. Bramante I Colori del Caribe 

I Colori del Caribe - Copyright © 2008 - 2017 - Tutti i diritti riservati